Veruschka Mercatelli - Toelettatore

Veruschka Mercatelli

Veruschka Mercatelli

Toelettatore

 

Il mestiere del toelettatore, che rientra nella categoria dei lavori artigianali, ha origini antiche visto che già a partire dal periodo elisabettiano troviamo dipinti di cani evidentemente puliti, con pelo pettinato e vaporoso ai piedi delle nobili dame.

Questo perché la toelettatura, cioè la cura dell'igiene e delle bellezza dei cani, si è fatta necessaria quando questi, in origine utilizzati solo per la caccia e la guardia, sono diventati veri e propri compagni di vita dell'uomo condividendone gli stessi ambienti domestici.

Ancora oggi il lavoro del toelettatore professionista non è solo quello di occuparsi della pulizia del cane ma deve avere anche un certo gusto estetico per mettere in risalto, attraverso le varie tecniche di toelettatura e con l'attrezzatura idonea, la forma e l'eleganza del soggetto.

Nello specifico le richieste di toelettatura che il professionista deve soddisfare sono essenzialmente di tre tipi: una toelettatura di igiene quindi pulizia del pelo delle orecchie e taglio delle unghie; una toelettatura cosi detta commerciale può essere un taglio a forbice o una tosatura nella quale entra in gioco il senso estetico del toelettatore; la toelettatura espositiva che va eseguita secondo gli standard di razza dettati dalla F.C.I.

condividi su facebook

Non esiste una regola uguale per tutti sicuramente bisogna sfatare i vari luoghi comuni che il cane patisce a essere lavato o che va lavato solo una volta l'anno. L'unica regola che vale è che quando è sporco il cane va lavato.

Detto questo la frequenza dei bagni varierà in base a diversi fattori che sono: il tipo di pelo (i cani a pelo lungo e soggetti a infeltrimento vanno lavati più spesso, mentre i cani a pelo corto o semi lungo non più spesso di una volta al mese in modo da non impoverire troppo il mantello); la presenza di dermatite (che richiede lavaggi frequenti e con prodotti medicati), l'ambiente (il cane che vive in luoghi industrializzati e esposti a smog dovrà essere lavato più spesso rispetto a quello che vive in ambienti naturali e incontaminati.

condividi su facebook

Nella stagione invernale consiglio in genere (per chi non ama i peli troppo lunghi) tagli eseguiti con lunghezze di pelo di circa 2 – 3 cm. sufficienti per proteggerli dal freddo, evitando le classiche tosature a 3 – 5 mm. che si eseguono generalmente in estate.

condividi su facebook

Premesso che un cucciolo che si sporca si può lavare con le dovute precauzioni a tutte le età, consiglio il primo bagno dopo il ciclo delle vaccinazioni.

condividi su facebook

Assolutamente no perché la pelle del cane ha un ph inferiore alla nostra.

Consiglio sempre shampi di qualità e specifici per cani

condividi su facebook

Nei soggetti a pelo lungo è necessario togliere il pelo che cresce all'interno del padiglione auricolare per mantenerle pulite e sane.

Di solito ci aiutiamo con una apposita pinza e una polvere antiscivolo.

condividi su facebook

Generalmente si sconsiglia la presenza del proprietario per due motivi: assicurativo (l'animale in toelettatura è assicurato il proprietario no); in secondo luogo tale presenza nella maggior parte dei casi provoca l'agitazione del soggetto.

Solo eccezionalmente lasciamo che il proprietario assista (cani molto anziani o con patologie).

condividi su facebook

 

...qualche info

Mercatelli Veruschka

Toelettatura Montevideo - Genova

Visita il mio sito

Pubblicità
Am Gch Saul's No Rain No Raimbow
Pluricampionessa Akasha v.d. Fehnbrücken

Padre: ARTEFAKT DIPLOMAT

TK'S GLADIATOR
JENNY OF TRUE ROTT