Emanuele Barbieri - fotografo

Emanuele Barbieri

Emanuele Barbieri

Fotografo

Quante foto facciamo ogni giorno al nostro cane? Ma catturare immagini veramente belle è davvero difficile. Ecco come fare foto fantastiche:

Nella maggior parte dei casi si utilizza lo smartphone. Può andare bene se non abbiamo altro. Ma una reflex con uno zoom luminoso è l’ideale, questo permette di seguire il cane in ogni suo movimento con uno sfondo sfocato. Io consiglio un obiettivo come il 70-200 F2.8 o un 24-105 per riprese più ravvicinate.

condividi su facebook

Ogni razza ha un’altezza differente, quindi se non vogliamo deformarlo ma dargli la giusta proporzione, ci abbassiamo all’altezza del cane stesso. Possiamo anche azzardare riprese più spinte dal basso o dall’alto.

webfotodalbassodal basso
webfotodallalto2dall'alto
condividi su facebook

Se vogliamo dare risalto al ritratto del nostro cane la messa a fuoco ideale è sugli occhi. Tendenzialmente si mette a fuoco il naso, non è scorretto ed più facile soprattutto perché il resto è sempre in movimento.

occhio al fuocoocchio al fuoco
condividi su facebook

Bisogna avere con sé un premio o un giochino.... in modo da direzionare il suo sguardo nel punto desiderato, qualcosa di rumoroso senza eccedere, un sacchetto di patatine un giochino sonoro (pio pio).

condividi su facebook

E' necessario che l'animale sia tranquillo già prima di iniziare a fotografarlo. Nel momento in cui scattiamo la foto lo distraiamo con un premio e non insistiamo troppo, tra una sessione fotografica e l’altra facciamolo rilassare. Un cane felice è molto più fotogenico.

condividi su facebook

Meglio sfruttare la luce naturale che riesce a valorizzare il nostro cane, sono però da evitare le ore di sole pieno, è preferibile sfruttare le giornate nuvolose o le ore del tramonto. Il flash disturba troppo il cane, rischiamo di spaventarlo e addirittura di dargli un effetto “alieno”. Quindi usiamo il flash con moderazione o in modo indiretto (per esempio utilizzando un flash a parabola orientabile).

condividi su facebook

Quando immortaliamo il nostro cane lo vogliamo così com'è..... affettuoso, dolce....evitiamo quindi luoghi pieni di elementi di disturbo oppure ricchi di colori tanto vivi, che, oltre a distrarre l'animale, lo mettono anche in secondo piano. Personalmente uso uno sfondo neutro nero proprio per esaltare il cane in tutto il suo splendore, anche con cani dal pelo scuro. Ma in questo caso subentra una tecnica differente, bisogna sapere utilizzare sapientemente le luci.

foto sfondo bruttosfondo brutto
foto sfondo bellosfondo bello
condividi su facebook


 

Ricordati che il cane si stanca, ci vuole pazienza.

Il cane deve divertirsi. Anche i modelli “umani” si stancano durante una sessione fotografica.... figuriamoci il nostro cane... si stressa. Fai in modo di far divertire il cane e non farlo stancare troppo. Sfrutta i momenti quotidiani, quindi mentre gioca o mentre dorme, in questo modo otterremo fotografie più naturali.... come per i bambini.

Si sa che il cane non sempre è collaborativo. Se decidiamo di fotografarlo, non si possono fare programmi. Porta pazienza alcune volte riuscirai a fotografarlo per pochi minuti altre volte anche per un’ora intera, quindi suddividi la sessione in più tempi.

Inutile dirgli “Cheese”.....basta una carezza.

 

...qualche info

Sono nato nel 1969. Milanese di nascita cittadino del mondo di adozione. La passione della fotografia mi accompagna da tutta la vita, collaborando con agenzie fotografiche e testate giornalistiche milanesi, a lungo ho lavorato in eventi automobilistici, concerti, negli ultimi anni mi sono specializzato con animali nello specifico cani e gatti.
I cani sono la mia passione, il mio lavoro, posseggo sei cani e due gatti.


 

Pubblicità
Tsar Of the Kings Perunpelo (tg grandissima)
Hummer Vom Haysherak

JOKER DEL MUNT MARIN
AMARANTHA

Aras Rocco Vomfriaulerzar
Capri Sun com sutumer Grond